E’ rischioso comprare un auto usata?

Argomenti

Ecco una panoramica dei rischi che si potrebbero correre comprando una macchina di seconda mano.

Comprare un’auto spesso può risultare dispendioso, specialmente se si vuole uno specifico modello dal costo elevato. Fortunatamente esistono molti venditori che mettono su piattaforme specializzate annunci di macchine usate a meno del prezzo originale, garantendo un notevole risparmio. Scegliendo di prendere una macchina di seconda mano però, sia da concessionario che da privato, corriamo dei rischi riguardanti da un lato la parte burocratica e da un altro quella concernente la meccanica ed il giusto funzionamento del veicolo.

A quali rischi possiamo andare incontro comprando un’auto usata

I rischi di comprare un’auto usata sono diversi e hanno a che fare sia con quelli relativi all’usura del mezzo, sia quelli relativi alla parte burocratica. Oggi il mercato dell’usato è molto attivo ed è possibile trovare auto in occasione. Prima di passare in rassegna a cosa prestare attenzione quando si compra un’auto usata, consigliamo di controllare in ogni caso i concessionari della zona anche per l’acquisto di auto a km0. I km0 sono infatti un’ottima occasione per risparmiare poiché si tratta di veicoli a tutti gli effetti nuovi e pronti per essere venduti.

Ormai tutti i concessionari hanno un’ampia scelta anche di km0, oltre al nuovo, e premettono di calcolare la rata inserendo tan e taeg nel caso serva un finanziamento per affrontare la spesa.

Ecco nel dettaglio cosa controllare prima di comprare un’auto usata:

  • La parte meccanica. Molte persone cercano di vendere macchine non correttamente funzionanti che dall’esterno possono sembrare quasi nuove di zecca, per questo è molto importante, prima di comprare un veicolo usato, controllare tutte le parti meccaniche che ne assicurano la sicurezza ed il corretto funzionamento, evitando così spiacevoli sorprese.
  • Impianto frenante: Inutile dire che questo è fondamentale per la nostra sicurezza, il suo stato può essere valutato sia visivamente che con un test drive, se non dovesse rispettare le aspettative non è molto dispendioso cambiare le pastiglie, è però fondamentale assicurarsi che i dischi siano in buone condizioni, sennò il conto potrebbe diventare salato. Nelle macchine dotate di ABS e ESP, un trucco per vedere se l’impianto è funzionante è verificare che, all’accensione, la spia si accende per poi spegnersi poco dopo, questo indica uno stato di malfunzionamento dell’impianto frenante. Durante la guida, invece, è molto utile ascoltare se, al momento della frenata, si sente uno stridio forte, questo è un chiaro indizio di pastiglie da sostituire.
  • Verifica della trasmissione: La trasmissione è un insieme di elementi che hanno il compito di trasmettere la potenza del motore alle ruote motrici, per vedere se questa funziona bene sono necessari dei test su strada così da verificare direttamente sul campo il suo effettivo stato. in primo luogo, per vedere se non funziona correttamente, si deve ascoltare, in curva o mentre si accelera, se la macchina produce un suono vibrante. Un altro metodo per verificare lo stato della trasmissione è quello di, senza premere l’acceleratore, rilasciare gradualmente la frizione e notare come la macchina si spegne ,se lo spegnimento non è graduale, si blocca quindi di colpo, probabilmente la frizione ha dei problemi e necessita di assistenza.
  • Il motore: Questo rappresenta la parte più importante della vettura, nonché quella più costosa da riparare, è fondamentale quindi controllare lo stato del motore prima dell’acquisto. In primo luogo è bene guardare se ci sono spie accese sul quadro che indicano qualche danneggiamento, poi è necessario guardare il colore dell’olio, se questo sarà scuro e saprà di benzina è vecchio e bisogna cambiarlo. Nel test drive, se l momento dell’accelerazione si sentono stranii ticchettii oppure rumori stridenti si potrebbero riscontrare dei problemi alla distribuzione, se invece sentiamo rumori sordi il problema potrebbe invece riguardare i cuscinetti.
  • Verifica della batteria: Spesso non viene prestata molta attenzione alla batteria ma questa, pur avendo costi relativamente bassi, è molto importante per il funzionamento della vettura. Per verificare lo stato della batteria basterà effettuare un semplice test: bisognerà prima di tutto avviare il motorino di avviamento per due secondi per poi leggere il voltometro, se questo segna un voltaggio inferiore ai 12 volt vuol dire che è ossidata e che non avrà più la capacità di prima
  • Lettura del contachilometri: Per vedere quanto un veicolo è stato usurato risulta fondamentale la lettura del contachilometri, così da capire più o meno come può essere lo stato del veicolo e, per essere sicuri di questo dato, è bene anche chiedere il libretto dell’autovettura e al fine di individuare eventuali manomissioni. Un altro metodo efficace per evitare di essere fregati è anche notare lo stato generale del veicolo e vedere se corrisponde con quanto detto dal contachilometri.
  • Volante: Anche il volante rappresenta un elemento di notevole importanza, per controllarne lo stato in primo luogo bisogna girare e sentire eventuali stridii, questi potrebbero indicare un basso livello del liquido dello sterzo, inoltre eventuali problemi al servosterzo potrebbero essere segnalati da una notevole durezza del volante. Ultimo aspetto da controllare è la cinghia di trasmissione, se il volante trema molto anche quando la macchina sta a giri bassi probabilmente è danneggiata.
  • Controllo delle sospensioni: Le sospensioni sono una delle parti più soggette a usura nella macchina per via del ruolo che svolgono, per controllarne lo stato sarà necessario in primo luogo osservare se il veicolo è in asse ed in secondo luogo sentire come reagisce alla guida, se infatti è soggetto a sbandate oppure cigola nelle sterzate lo stato non sarà esattamente ottimale
  • Controllare le gomme: Grazie alle gomme è possibile trovare anche altri problemi della macchina, per esempio se le gomme in questione non sono consumate uniformemente ci potrebbe essere un problema di allineamento dovuto a sospensioni difettose. Infine è bene controllare che queste non siano danneggiate da chiodi, rotture, graffi, buche o bolle.

Una volta controllati tutti questi elementi potrete avere la certezza che la macchina che state andando a comprare è effettivamente funzionale e non presenta un rischio ne per voi ne per il vostro portafoglio.

I rischi burocratici nel comprare un’auto usata

Una volta che ci siamo assicurati che nella parte meccanica sia a posto, bisognerà occuparci della parte burocratica, ovvero quella riguardante tutti i documenti necessari per il possedimento di un autovettura, permettendoci di capire se è tutto in ordine e se il proprietario della macchina ha sottoposto il veicolo a tutti i tagliandi e le revisioni necessarie.

In primo luogo è fondamentale chiedere se l’auto è sottoposta a multe, fermi o limitazioni, questo controllo può essere richiesto presso l’Aci o Autostrade per l’Italia. Molto importante è anche assicurarsi che l’auto non sia stata coinvolta in incidenti, in questo caso potrebbe infatti risultare impossibile effettuare il passaggio di proprietà.

Un modo molto semplice per verificare le informazioni di cui abbiamo bisogno è rivolgersi al portale dell’automobilista, qua basterà inserire la targa del veicolo e avremo a disposizione lo storico della vettura. Così sarà possibile verificare se la vettura ha effettuato le revisioni necessarie, se ha il bollino blu per i gas di scarico e se è in regola con i tagliandi per la garanzia della casa automobilistica. Inoltre bisogna accertarsi che la macchina sia a norma con il bollo auto, che non presenti accessori modificati e vietati dalla legge e che ci sia corrispondenza fra le informazioni scritte nei documenti dell’auto e l’effettivo telaio e l’effettiva targa.

Quando si compra un’auto usata è quindi fondamentale accertarsi che questa, sia dal punto di vista delle componenti meccaniche, sia da quello della parte burocratica, sia estremamente in regola. Affidandoci ad un concessionario avremo maggiori garanzie rispetto ad un privato ma, generalmente, è sempre meglio attuare le dovute accortezze al fine di non ritrovarsi con spiacevoli sorprese.

Potrebbe interessarti anche